Il mio primo blog, dedicato a te che mi hai aiutato a raccogliere i fiori per il nostro piccolo giardino nei posti più diversi, ripiantarli e condividere la gioia di vederli rifiorire!

Archivio per la categoria ‘Senza categoria’

Amami Amami

Per 2 grandi …..

More

foto 114 - More©

Quest’anno ho avuto una fioritura e fruttificazione speciale della mia pianta delle more. L’ho comprata due anni fa, era piccola, in vaso. foto 118 - More©L’ho piantata in terra e ora i suoi rami si allungano molto.

foto 147 - More©

 

 

 

 

 

foto 151 - More sotto stock©

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho fatto anche alcuni vasetti sotto spirito, vedremo come saranno fra un anno.

 

Pomodoro antico

Questo pomodoro è arrivato a noi dall’America molto tempo fa’, io ringrazioPomodoro antico in fiore una delle mie tutor che mi ha regalato alcune piantine piantate in un vasetto da sua mammaimmagine-003 - pomodoro antico semimaturo© dicendomi che poteva diventare molto grosso e saporito. immagine 001 - pomodoro antico maturo©

E’ un pomodoro che conserva un grande aspetto di rarità, i frutti pesano tra i 500 grammi ad 1 chilo, può arrivare a 2 metri di altezza,  e produce fino ai primi geli.immagine 004 - pomodoro antico acerbo©

Bisogna piantarli in primavera in un vasetto di 9 centimetri con del buon terriccio  e trapiantarli quando la pianta ha almeno 20 cm di altezza.

Orrido dello Slizza

IMG-20160222-WA0002

20160108_154730

Mi ha passato queste magnifiche foto del percorso che avevano fatto quest’inverno e mi ha indicato la strada per arrivarci come ho trascritto da google.

Grazie E.

Orrido della Slizza_©

Orrido della Slizza_©

Orrido della Slizza_©

Orrido della Slizza_©

Orrido della Slizza_©

Arrivati a Tarvisio prendere la strada che prosegue ai laghi di Fusine. Pochi metri dopo il bivio con l’autostrada per l’Austria, davanti al bar da Raimondo presso una curva, imboccare la strada che si diparte a sinistra, in direzione di borgo Boscoverde (sull’angolo indicazioni Orrido dello Slizza). La si segue per un tratto fino ad incontrare sulla sinistra le indicazioni per il sentiero per l’Orrido dello Slizza. La prima indicazione è quella del sentiero di rientro; pochi metri dopo, superate le ultime case con una stretta stradicciola, si giunge presso l’area del monumento ai caduti delle guerre napoleoniche (766 m), dove ha inizio l’itinerario da noi proposto.

Presepio

A Natale nel nostro paese e in molti vicini c’erano delle mostre di presepi molto belli e particolari.

Una persona amica mi ha mostrato la foto di quello che era stata a visitare.  Era un presepe messo dentro ad una grossa zucca del peso di circa 400 kg., scavata e intagliata da un bravo maestro.presepio 2015-AcquarioAzzurro©

Nella sua cavità è stato posto il presepio illuminato in modo da essere visibile anche nelle ore notturne.presepio 2015-AcquarioAzzurro©

Tricyrtis

specie di orchidea 009I Tricyrtis (Tricyrtis Hirta) ricordano le orchidee e sono molto colorati.specie di orchidea 008

I fiori e le foglie sono bellissimi e non possono mancare nei posti migliori del giardino.
Se piantati in gruppi sono magnifici.

Io li ho ordinati su una rivista di giardinaggio e quando mi sono arrivati ho trovato solo alcune radici con qualche fogliolina. Non li conoscevo ed ho cercato di interrarli in più punti, dimenticandomi poi anche dove e ne ho persi parecchi.
specie di orchidea 004specie di orchidea 002Alcuni li ho messi in un vaso sotto il melo assieme alle viole e dopo un po’ ho visto spuntare altre foglioline.
Dopo qualche anno ho avuto la soddisfazione che si moltiplicassero ed anche se pochi e molto piccoli, godere della loro bellezza.

I Tricyrtis sono piante perenni che crescono bene a terra. Sarebbe meglio scavare un’ampia buca in terreno sciolto e aggiungere della torba. Interrare la radice con la cima poco sotto il livello del suolo. Riempite la buca col terriccio, compattarlo bene e annaffiare immediatamente. Prediligono un’area parzialmente soleggiata e un terreno ricco e fertile.

Fioriscono da agosto a fine ottobre-novembre e sono magnifici se piantati in larghi gruppi nelle aiuole.

Sono un genere di piante asiatiche della famiglia del giglio, con circa 20 specie conosciute, IMG_7391native dall’Himalaya fino a tutta l’Asia orientale e alcune specie in altre parti del mondo vengono coltivate per le loro qualità ornamentali. In inglese sono noti come gigli rospo. Il Tricyrtis è un’erbacea perenne con rizomi striscianti. Gli steli sono in genere dritti e a forma crescente, talvolta ramificati dal centro verso l’alto. Le foglie sono disposte alternativamente lungo i gambi e i vistosi fiori solitari sono bisessuali.

specie di orchidea 006I fiori a forma di campanule hanno sei tepali a forma di tromba e a maturazione rilasciano dei piccoli semi tondi.

Quando arriva il freddo gli steli ingialliscono fino a seccare; in primavera, prima della vegetazione occorrerà tagliare quelli vecchi.

I fiori non sono molto grandi ed è quindi preferibile collocarli dove si possano osservare ed ammirare da vicino le loro particolarità.
Non hanno bisogno di molte cure o di terra e attenzioni particolari, evitare solamente ristagni d’acqua.specie di orchidea 012

Piantati in gruppi consistenti, donano al giardino un fascino esotico e particolare.

Sono chiamati anche giglio orchidea.

Eclisse solare 20 marzo 2015 !

Stamattina sono uscita in fretta e una signora che viaggiava con me mi ha ricordato che oggi c’era l’eclissi solare. Oh cavolo, mi sono detta ed io non ho preso neanche la macchina fotografica. Inoltre nei giorni scorsi avevano raccomandato di non guardare il sole direttamente per non subire danni permanenti agli occhi e siccome i miei sono già mal messi avevo rinunciato in attesa di vedere l’eclisse in riprese televisive. Poi mi ha raccontato che lei aveva portato una vecchia pellicola fotografica da mettere davanti agli occhi per guardare il sole, oppure avrebbe messo dell’acqua per terra e guardato il sole riflesso che non le avrebbe fatto male. A quel punto ho avuto ancora più rimorsi per la dimenticanza conoscendo molti posti dove potevo fare anch’io così.
Appena arrivata sono entrata in un negozio fotografico e ho comprato una macchinetta  di quelle usa e getta e sono andata alla fontana di Giardin Grandeeclisse-fontana e angelo_Giardin grande sperando di fotografare il sole riflesso. L’acqua però era troppo mossa per i bei zampilli che ricadevano e  pensavo di non aver fotografato niente di buono. Ad un tratto il cielo, i raggi del sole sulla fontana, sui zampilli e tutto attorno hanno preso dei riflessi rossi.eclisse022-riflessi rossi zampillo2 Poi mi sono spostata nel giardino vicino ricordando che c’era una vasca con schizzi più calmi, ma purtroppo era vuota e sporca.

Erano già le 10.20 e sono andata al laghetto di S. Chiara, pentendomi di non esserci arrivata prima perché lì l’acqua era chiara e limpida con un bel riflesso del sole. Ho fatto una foto, ma quando l’ho ricaricata per farne un’altra, la macchinetta non funzionava più. Non era possibile perchè mi aveva detto che si potevano fare ben 35 foto! e non avevo neanche il cell per le foto!

E’ passato un ragazzo col cell in mano che ascoltava qualcosa e gli ho chiesto se gentilmente poteva farmi una foto del laghetto col suo. Me ne ha fatte due poi il sole è sparito sotto le nuvole e ha detto che non era sicuro della riuscita, ma aveva fretta e me le avrebbe spedite. Speravo non avesse pensato che fossi una pazza per la richiesta, ma quando WP_20150320_002 (3) sono arrivata a casa e acceso il pc erano già arrivate. In una non era chiaro il sole ma l’altra è molto bella e mi piace molto. eclisse 20 marzo 2015Anche il nome del ragazzo è molto particolare e senz’altro non è italiano, ti ringrazio nuovamente M.C.M.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/03/20/news/tutti-a-guardare-il-cielo-per-ammirare-il-sole-nero-1.11083827

http://messaggeroveneto.gelocal.it/italia-mondo/2015/03/20/news/eclissi-solare-tutti-con-il-naso-all-insu-per-il-sole-nero-1.11080788

 http://www.repubblica.it/tecnologia/2015/03/20/news/primo_giorno_di_primavera_e_finalmente_arrivato-110016010/

Falsa ortica o Lamium maculatum

Una mia amica mi ha mandato una foto che aveva fatto passeggiando in un paese montano con la sua motoretta e mi ha chiesto se sapevo come si chiamava.

Finta o falsa ortica - AcquarioAzzurro©

Falsa ortica di PM_©

A prima vista ho detto che questa è la finta o falsa ortica, quella che assomiglia all’ortica ma per fortuna non è urticante. Le ho anche detto che nei campi da noi ce ne sono molte ed è una festa per le api o simili insetti perchè trovano molto nettare.

Si chiama Falsa ortica o Lamium maculatum perché le foglie e il portamento della pianta ricordano quelle dell’ortica.

E’ una pianta erbacea perenne presente in natura allo stato spontaneo. Si trova comunemente in boschi, prati, è presente un po’ ovunque in terreni freschi in zone ombreggiate ed è tappezzante. Di solito è alta fra 15 o 30 cm., ma se lasciata crescere naturalmente può arrivare fino a 60 cm.

Ha i fusti quadrangolari e ricoperti da una leggera peluria. Le foglie, di forma ovale o cuoriforme hanno un bordo inciso, con al centro una macchia allungata e lineare, di color argenteo o bianco. Fiorisce da metà primavera fino all’estate, secondo l’esposizione. I fiori sono piccoli e di color malva, raramente bianchi, raccolti in infiorescenze formate da quattro od otto fiori. Il fiore ha il petalo superiore più grande, ricurvo per accogliere gli insetti che vogliano prendere il suo polline.

La falsa ortica in giardino può servire come tappezzante, meglio metterla in un posto con solo sole del mattino.

Fiore della falsa ortica-AcquarioAzzurro©

Fiore della falsa ortica di PM-©

Ha una grande resistenza al gelo e non ha bisogno di protezioni dal freddo e richiede poche cure, si può riprodurre dividendo in autunno o primavera i cespi in un mix di sabbia e torba da collocare all’ombra e mantenere umidi fino a quando riprenderanno la crescita e che non attecchiscano.

Falsa ortica - AcquarioAzzurro©

Falsa ortica ©

In cucina le foglie e i nuovi getti che spuntano in primavera si adoperano per fare delle insalate o vengono lessate e condite. Sono usate anche per minestre o frittate.

Colza

La colza è una pianta dal fiore giallo ed è conosciuta anche come brassica.

Colza-AcquarioAzzurro©

Colza©

Quest’anno nel mio paese e dintorni è molto coltivata e rincasando ammiravo sempre quella immensità di chiazze gialle. Ho chiesto alla persona che mi accompagnava di fare una fotografia perchè era molto più alto di me ed aveva una visione migliore. L’ha fatta, ma mi ha detto che vuole i diritti d’autore per cui vi dico che la foto è “by UL”.

Ho scelto questa fra le altre, perchè in essa, c’è qualcosa che per me ha un significato particolare ed importante.

Viene coltivata per raccogliere l’olio vegetale e come foraggio.

Fino ad ora la chiamavo al femminile invece ho saputo che è anche articolata come il colza, ma io continuo così.

La colza è una coltura da rinnovo, per il grano e per le colture in rotazione.

L’olio di colza è ricavato dai semi della pianta e viene miscelato ad altri per l’uso perchè da solo non ha un buon sapore e odore.

Con lui si produce anche un biodiesel usato come combustibile.

Ciclo vitale della colza o brassica

Ciclo vitale della colza o brassica

E’ una pianta annuale o biennale, con fusto eretto che varia da mezzo metro ad 1,5 metri di altezza. E’ molto ramificato ed i fiori sono riuniti in gruppi e formano un grappolo alla sommità del fusto; presentano 4 sepali e 4 petali disposti a croce di colore giallo.

L’ovario è bicarpellare; il frutto è una siliqua contenente 20-30 semi, più o meno deiscente a maturità; si formano per autofecondazione o attraverso fecondazione incrociata. I semi sono piccoli e tondeggianti, da rosso-bruni a neri. La colza ha una fase di fioritura da tre a quattro settimane e la maturazione è distribuita nel tempo fino a quando i primi bacelli iniziano a spaccarsi e quelli più tardivi stanno finendo la maturazione.

La raccolta viene effettuata tramite trebbiatura.

La scelta della varietà rappresenta la decisione primaria nella coltivazione della colza.
La data di semina e la densità di semina sono inoltre fattori fondamentali per la coltura.

Mentre la semina ha un periodo utile di 4 settimane, la raccolta ha un periodo molto più stretto.

Colza-AcquarioAzzurro©

Colza©

In generale la differenza di maturazione tra una varietà precoce e una tardiva è, approssimativamente, di una settimana.

In grandi aziende è meglio seminare varietà a diversa maturazione per organizzare meglio le operazioni di trebbiatura.

E’ compito del coltivatore scegliere tra le varietà più adatte alla sua zona e adattare ad esse le migliori tecniche per ottenere le giuste soddisfazioni.

Fresia

Poco tempo fà una persona cercava una pianta di fresia bianca per regalarla ad una sua amica per il compleanno. Nel vivaio vicino al nostro sito le hanno detto che era troppo presto per trovarla, per cui le ho procurato una bustina con dei bulbi da piantare nell’attesa. Oggi sono passata la’ ed ho visto una marea di piante fiorite fra cui c’era anche quella che lei cercava.

mix di fresie-AcquarioAzzurro©

mix di fresie©

Io non ho resistito e ne ho comprata una per me che è questa.

fresia-AcquarioAzzurro©

fresia_©

La fresia è una pianta bulbosa originaria del Sud Africa, appartiene alla famiglia delle iridacee ed è facilmente coltivata in vaso anche in esterno. I suoi fiori, estremamente profumati, sono uniti in serie di spighe ed hanno un portamento orizzontale; ogni fusto è eretto e tubolare, alto all’incirca 6 cm. La fresia è utilizzata come fiore da giardino oppure da terrazzo o appartamento, ma è anche molto apprezzata come fiore reciso.

Sopporta anche i 25 gradi di caldo, ma è sensibile al freddo e quando la temperatura scende sotto i 9 gradi centigradi è meglio spostarla in una zona più calda o ripararla. Evitare correnti d’aria o sbalzi di temperatura.

Il terreno indicato per la fresia è un misto di terra e torba unito a un sottile strato di sabbia sul fondo del vaso.

Mettere a dimora la fresia all’inizio dell’autunno, nel passaggio dalla bella stagione all’inverno. Il rinvaso è meglio farlo ogni due o tre anni in primavera.

Tenere sempre ben umido il terreno senza ristagni d’acqua. Durante la fioritura aumentate le dosi d’acqua e quando arriva l’inverno invece diminuite di molto le irrigazioni per riprenderle poi a fine febbraio o inizio marzo.

Durante il periodo precedente alla fioritura e poi durante la fioritura, è bene utilizzare dei concimi complessi.

La moltiplicazione della fresia avviene tramite seme o tramite bulbi all’inizio della primavera.

La fioritura della fresia comincia tra la fine di marzo e l’inizio di aprile e continua con generosità durante tutta la bella stagione. Durante questo periodo eliminate con accuratezza le parti sfiorite, secche oppure danneggiate, in modo da evitare che la pianta sprechi delle energie.

Fiore della fresia-AcquarioAzzurro©

Fiore della fresia©

I fiori della fresia sono solitamente color crema, rosa oppure gialli, ma possono essere anche con sfumature di colori.

Utilizzare preventivamente dei pesticidi poiché la fresia è soggetta ad attacchi di acari e teme il freddo, gli sbalzi di temperature e le correnti d’aria.

L’essenza di fresia è molto rara e ricercata, è infatti la base di moltissime essenze e profumi.